it Italian en English
 

Contattaci ora

Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido

Inviando il seguente modulo, esprimo il consenso al trattamento dei miei dati personali. LEGGI L' INFORMATIVA

Valore non valido
Valore non valido

ambiente fresco

Raffrescare con il radiante

Oltre ad essere un ottimo sistema di riscaldamento per l’inverno, l’impianto radiante è la soluzione ideale anche per il raffrescamento estivo. Con un unico sistema, a basso consumo e invisibile, è quindi possibile ottenere comfort e risparmio in tutte le stagioni.

Gli impianti radianti per la climatizzazione estiva rappresentano una grande innovazione.

Agendo sulla temperatura delle superfici che ci circondano, questi impianti garantiscono un ambiente confortevole senza movimenti di aria, anche nelle giornate più calde.

Pompe di calore per termosifoniUna pompa di calore può riscaldare l'acqua fino a 60°C, ma consigliamo di non superare i 55°C.

I vecchi impianti a termosifoni sono solitamente dimensionati per funzionare a 65-70°C. Quindi è possibile usare la pompa di calore nelle mezze stagioni e nelle giornate meno fredde.

risparmi con impianto radianteLa pompa di calore per riscaldamento garantisce un elevato risparmio energetico,
che viene incrementato abbinando la pompa di calore agli impianti radianti (a pavimento, parete o soffitto) dove la temperatura di circolazione è mediamente di 30-35°C. 

In questo caso il risparmio può andare da un 40% ad un 70% rispetto ai sistemi tradizionali che impiegano combustibili.

tariffa-contatore-elettrico-> Scopri la nuova tariffa elettrica D1 per pompe di calore

Quando si installa una pompa di calore in un'abitazione, il contatore deve essere aumentato di potenza quasi sempre.

Di solito il contratto standard (3 kW, in tariffa D2) non è sufficiente per sostenere la richiesta di potenza di una pompa di calore. 

Il passaggio ad un contratto di potenza superiore fa crescere sensibilmente i costi medi per kW, soprattutto per l'aumento dei costi fissi.

Ma il problema maggiore in termini di maggiorazione del costo per kilowatt, dopo l'installazione di una pompa di calore, diventa l'aumento progressivo del prezzo dell'energia elettrica all'aumentare dei consumi.

contatore con pompe di caloreIn ambito domestico, solitamente il contatore installato ha un limite di 3 kW/h e segue un sistema di tariffazione direttamente proporzionale ai consumi: maggiore è il consumo di energia elettrica,maggiore è la tariffa per kW/h.

Il collegamento di piccole pompe di calore (entro un kW/h di consumo come l'Air Combo) non crea problemi né di carico né di tariffe.

Nel caso di pompe di calore utilizzate per riscaldamento e condizionamento di tutta l'abitazione, la potenza richiesta dalla pompa di calore richiederebbe spesso un aumento del contatore esistente.
Tuttavia un consistente consumo di corrente sul contatore domestico determinerebbe tariffe meno convenienti.

Rossato Group S.r.l
Sede operativa: Via del Murillo, km 3.500  -  04013 Sermoneta  LT  -  Italy
Sede legale: via Migliara 49, n° 9  -  04016 Sabaudia LT  -  Italy
Cap. Soc. € 119.900,00 i.v.  -  n. R.E.A. LT-107494  -  P.IVA-C.F. IT01745300598

Orari
Dal lunedì al venerdì
Mattino 8:30 - 12:30
Pomeriggio 13:30 - 17:30